Questo sito utilizza cookies tecnici, statistici e pubblicitari anche di terze parti. Proseguendo la navigazione consenti l'uso dei cookies.Informazioni

Menù delle pagine principali

Pagina principale

Crediti

Perché un “museo virtuale” della Regata storica?
Un “MUSEO” perché la regata non è solo un avvenimento sportivo che coinvolge la città, ma è anche un evento legato alla cultura, alla storia e alla tradizione di Venezia.
Un momento in cui i veneziani si riconoscono parte, ed insieme protagonisti, della città.
“VIRTUALE” perché, avvalendosi della più moderna tecnologia, è visitabile, gratuitamente, da casa e può essere continuamente arricchito da chiunque voglia dare il suo contributo.


Il percorso per costituirlo parte da lontano, ed è stato avviato grazie alla sensibilità dell'Ufficio Stampa del Comune.
Primo obiettivo è stato quello di recuperare tutto quanto sulla Regata sia stato pubblicato, o in ogni caso divulgato, in passato su di essa. Quindi libri, ma anche fotografie d'epoca. E qui bisogna ringraziare la sensibilità di realtà pubbliche come l'Ire, come il Museo Correr, come la Provincia di Treviso, che hanno messo a disposizione i loro materiali a cui si sono aggiunti quelli degli archivi dell'Urbanistica del Comune e del Fondo Giacomelli, custodito alla Celestia, nonché di collezioni private, come quelle di Naya-Bohm, Tramontin, Dei Rossi, Crovato, Ricciardi, Morucchio).

Poi siamo passati, con il prezioso aiuto dei colleghi Renzo Brugin, Davide Toffanin e Alessandro Zanchini, al recupero di documenti inediti, o in ogni caso “dimenticati”, come quelli custoditi dallo stesso Archivio comunale della Celestia e dall'Assessorato al Turismo: quindi bandi, manifesti, poster, fotografie, menù dei disnar, regolamenti, petizioni dei regatanti, biglietti d'invito, lettere, telegrammi, conti, e quant'altro.

Dalla fase di raccolta abbiamo avviato quella di “sintesi”: grazie alle cronache estrapolate dai giornali d'epoca, con lavoro certosino, dall'amico Giuseppe Monaro, siamo riusciti a raccontare atmosfere, curiosità, svolgimento delle regate svolte dal 1841 ad oggi. Poi sono state predisposte le biografie di oltre un centinaio dei poco più di 500 regatanti che hanno partecipato alla gara dei Campioni della Storica nel periodo preso in esame.
Inoltre nel museo è ospitata una corposa sezione dedicata alle statistiche, curata sempre dall'amico Monaro.

Abbiamo quindi dato avvio ad un'altra sezione, a cui teniamo molto, quella dei video, “raccontando” con parole e immagini alcune delle regate di cui avevamo a disposizione le immagini (un grazie, a tal proposito, all'Assessorato al Turismo e alla Rai).


Conclusa, o perlomeno ben delineata, questa prima parte di lavoro è scattata la seconda fase: grazie alla sensibilità e alla collaborazione di Venezia Marketing&Eventi è stato costruito il sito della Regata (studiato e realizzato dal “mago” Lorenzo Ghidoli) ed insieme si è avviata una campagna informativa alla cittadinanza, per raccogliere ulteriore materiale sulla Regata: in particolare foto, oggetti, video.
Una “campagna” che sarà permanente, in quanto chiunque, quando vorrà, e nel modo che riterrà più opportuno, potrà inviarci del materiale che sarà inserito nel Museo virtuale.

 

Il curatore del Museo virtuale

Umberto Zane

 

 

Le fonti dei materiali presenti nel Museo virtuale sono citate nelle relative pagine.

È vietata ogni riproduzione anche parziale dei contenuti senza l'esplicito consenso degli autori.



Lavazza ItaliaInterparking ItaliaCoop Alleanza 3.0Casinò di Venezia Meeting&DiningVenezia UnicaLa Regata Storica è partner della campagna #EnjoyRespectVenezia
Progetto Promovenezia S.c.p.a. con il contributo della legge Regionale 33/2002
Logo Veneto Tra la terra e il cielo